Il fotografo della domenica #51

photos/darkbyte/3580737983/3381/3580737983_ca08df52cb.jpg
Stefania - Il mio grande amore ed il mio amore grande

Dakota

Ecco il vincitore del concorso di scrittura che avevo organizzato.
Quando mi vedrò con lui gli darò il premio di 5€ (o gli offro un mojito) (visto che gli piace tanto) (a me non piace, sinceramente).

In un giorno già buio, per via della luna che aveva furia di farsi vedere, lui e lei s’incontrano per caso. Parlano della vita, parlano di se stessi, parlano di vuoti da riempire…ognuno i suoi, eppure si scambiano qualcosa… a parte il numero di telefono. Lui ha un sacco di inizi, è un perenne incompleto, in tutto. Ha però una buona corazza. Lui è solo, ma ha se stesso. E ci può contare. Lei ha tante passioni strane, è diversa da tutte le altre, vive in un mondo fatto di sorrisi dati e di carezze regalate… di felicità corrisposta. Eppure è sola, non ha un lui che le riempie la testa di pensieri, di gioie, di rotture e colazioni a letto. Lei ha Dakota. Dakota ha lei. Probabilmente un mix di emozioni, paure, voglia di vivere e di desiderare, di spensieratezza e di serietà, di semplicità e complicazioni…travestito da cane. Tricolore, di pura razza meticcia, tanto per dire che un’altra uguale, pur volendo, non potrà mai esserci. Così come il respiro dopo una corsa perdifiato i giorni s’alternano…e quel duo diventa un trio…Lui viene accettato da entrambe. Capire d’essere parte di qualcosa di unico è forse tanto bello quanto pericoloso, e così entrambi vedevano Dakota con occhi diversi. Non era chiaro come, ma quella cagnolina era la pace della loro anima, rappresentava tutto ciò che l’essenza di entrambi voleva essere, per sempre. Dakota è morta. Ora è cenere perché Lei ha deciso di cremarla…per darla al vento. È stato tutto troppo veloce tanto da lasciare un involucro ingombrante. Quello dell’assenza di tre cuori. In un giorno già buio perché la luna aveva furia di vedere se davvero mancava qualcuno…qualcuno manca. Restano lui e lei, senza nemmeno un “perché” da prendere a pugni fino a scorticarsi le nocche. Capiscono che la morte è solo un altro modo di capire. Respirano forte… a volte si bagnano le guance o forse è solo un caso. Ma hanno capito. 2 anni sono troppo pochi per dire di aver “vissuto abbastanza”…ma loro hanno capito, con uno nodo in gola, che per loro è stato un dono, da parte di Dakota. Ci saranno ancora emozioni, ci sarà sempre voglia di vivere, di desiderare, di impaurirsi e di superare gli ostacoli. Ci sarà sempre Dakota dentro di Lui e dentro di Lei, è necessario proteggere il suo ricordo perché un giorno, è scritto, la ritroveranno. Nel vento.


Damiano Monticelli
Tag utilizzati: concorsi

Abbiamo fatto trenta, facciamo trentuno, e trentadue, e...

E volevo fare gli auguri a noi! Intendo me e la mia splendida metà, che oggi abbiamo fatto il nostro comple-mese. Un mese in cui ci siamo scoperti di più, confidati, confessato cose del passato, fatto domande e temuto risposte :)
A te che stai dando l'anima per questa storia, che dici di aver avuto una seconda possibilità. A te che sei perfetta ed io distratto (questa di Biagio era proprio azzeccata), a te che nascondi un mondo meraviglioso dietro quei silenzi e quell'imbarazzo.
A te che anche un semplice ciao sai scriverlo bello che non so come risponderti.
A te dedico questo primo mese, abbiamo fatto trenta, cerchiamo di fare trentuno, e trentadue, e tutto il resto!

Ti amo!
Un Darkbyte che così mieloso non è mai stato
Tag utilizzati: amore, ricorrenze, il tempo passa

Ultima spesa?

Sarò arrivato a fare l'ultima spesa per la mia amatissima fotografia (di cui non riesco più a fare a meno)?
Forse si, se tutto va bene avrò fatto il colpaccio :D
Tag utilizzati: fotografia, acquisti

Il fotografo della domenica #50

photos/darkbyte/3538394146/sizes/m/2032/3538394146_628111cbe4.jpg
Stefania (il mio amore grande ed il mio grande amore) - Firenze 2009


E siamo a 50, la metà. Non che a 100 mi fermerò, ma 50 è sempre come se fosse la metà, quasi per definizione.
E lei ora è la mia metà, il centro del mondo.

Raccontamela giusta

UDITE UDITE!!!
Qui si organizza il concorso di racconti dal titolo Raccontamela giusta!

Può partecipare chiunque, purchè sia di età compresa tra i 18 ed i 107 anni (inclusi). Non si fanno discriminazioni di sesso, religione, bellezza, intelligenza, ricchezza e modo di vestire. Quindi possono partecipare proprio tutti. Ma proprio tutti tutti eh...
Si accettano al massimo due racconti per partecipante.
Caratteristiche dei racconti: numero di parole compreso tra 400 e 700; ci dev'essere un titolo; non devono essere copiati; si possono scrivere racconti anche in versi; per ogni racconto ci si deve basare su UNO o PIU' dei seguenti tre argomenti: amore, politica, hobby.

Non accetto scrittori famosi.

I tre racconti migliori riceveranno un premio di 10 5 euro cadauno (non scherzo) con tanto di foto della premiazione e saranno pubblicati qui in homepage. Ovviamente in tre momenti diversi (non è che mi brucio tre interventi in uno solo eh!).
La scadenza della consegna è fissata a sabato 16 maggio 2009 alle 18:00.
Ad insindacabile giudizio della giuria (che poi sarei io) i racconti saranno scelti e premiati domenica 17 maggio 2009 alle ore 21.30.
I racconti non premiati non saranno mai utilizzati, i file verranno distrutti, e per una maggiore serietà saranno prima stampati, tritati ed i file saranno distrutti.

Potete spedire i racconti all'indirizzo: racconti@darkbyte.it.
Tag utilizzati: concorsi

Il fotografo della domenica #49

photos/darkbyte/3520616558/3407/3520616558_caef177f64.jpg
Manifestazione del CSOA Cloro Rosso - Taranto, 09/05/2009

Ricordando Peppino

Peppino ImpastatoEsattamente trentuno anni fa moriva Peppino Impastato, che lottava contro la mafia, il suo paese, suo padre, contro suo zio Tano.
Nessuno all'epoca ne parlò poi tanto, ci fu il caso Moro che destò più attenzione, la sua morte quindi passò quasi del tutto inosservata al resto d'Italia a differenza di Cinisi.
Se potete guardatevi il film I cento passi che narra la sua storia.
Bellissimo.
C'è ancora tanto da imparare, i soprusi si possono combattere. Chi s'è messo contro la mafia e contro la propria famiglia ha tanto da insegnarci.
Tag utilizzati: film e telefilm, ricorrenze, mafia

Ne parlavo giusto ieri sera

Proprio ieri sera dicevo al mio amore Stè che a me, dopo il viaggio a Firenze, stranamente la camera di casa mia dove dormo non sembra più la stessa.
Mi sento spaesato, come se fossi _qui_ in vacanza. Mi sentivo così bene in camera con lei lì a Firenze che era come se quella stanza fosse mia da sempre. I tavoli, le sedie (c'erano sedie?) (se non c'erano fa nulla), la finestra...
L'armadio coi vestiti miei e suoi.
Strano, son passati quattro giorni eppure ancora non mi sento a mio agio nel mio letto...
Passerà? Oppure è un segnale che dovrei pensare di andare a vivere per conto mio?
Tag utilizzati: amore, famiglia, pensieri e parole, viaggi

Il fotografo di Firenze

Il Davide di Michelangelo

Il Davide di Michelangelo
Tag utilizzati: fotografia, viaggi