Nuovo acquisto


Oggi, reduce dell'esperienza di domenica sabato mattina a mare, ho deciso di andare all'Auchan a comprare un materassino anche per me (ciù is meglio che uàn), completo di arnese-gonfia-materassini. Beeeeeello, l'aria frescaa, il tempo libero per fare quello che voooooglio (anche se questione di minuti), finalmente il materassino :)

MA(!!!)



Ho speso dei soldi (neanche tanti) per sfizio, è normale, qualcosa doveva succedere.
Anche questa volta qualcosa doveva succedere.
Ed è successa: appena arrivo in auto, accendo i tergicristalli (con il sole??? si, c'era un po' di polvere sui vetri) e... TA-DAAAAAANNNN!!! Non funzionano piùùùù!!! CARRAAAAMBAAAAA CHE SORPRESA!!! smile_26 smile_26 smile_27 smile_27
Tag utilizzati:

Troppo, troppo sole

Ho esagerato con il sole smile_08
Notare il braccio rosso
Notare il braccio rosso

P.S.: per darvi un'idea del mio colorito naturale, beh... Fino a due giorni fa in questa foto si sarebbero visti solo gli occhiali e i capelli
Tag utilizzati:

Ad onor del vero

Non mentivo quando due post fa dicevo che sul marciapiedi di via Minniti gettano di tutto smile_11
Il coglione di turno
Il coglione di turno
Tag utilizzati:

Amico

Che bello parlare del più e del meno con un amico mentre sorseggi un rum, un jack daniel's, un caffè, insomma parlare di qualsiasi argomento (dalle mamme di altri fino alle ragazze di ultima generazione, a di pietro, a berlusconi e all'università) per 5 ore di fila e restare sereni... smile_13
Tag utilizzati:

I cittadini per primi

I cittadini spesso sono i primi a comportarsi alla cazzo di cane. Non tutti ovviamente, ma una minoranza continua imperterrita a fare gli stracazzi suoi con un menefreghismo assurdo.
Sarà la decima volta che passando da via Minniti, quasi al cancello del SS. Annunziata, noto che qualcuno ha deciso di occupare tutto lo spazio del marciapiede per metterci cose da buttare, costringendomi a dover scendere per strada per poter proseguire. In casi limite ci ho trovato interi armadi, a volte mobili da cucina, a volte brandine, altre volte sanitari. Ma scusa trasloca e fai prima... E quando ti andrà stretto l'appartamento che farai?
Sei un porco!
Sei un porco!

Sei un porco - II!
Sei un porco - II!

E questo è uno...
Tag utilizzati:

S. come Sognami

Sognami mancato amor
la mia casa è insieme a te
sono l'ombra che farai
Sognami da lì...
Il mio cuore è lì...
B. ANTONACCI
Tag utilizzati:

Le ali della libertà

Quando decidi di rompere un tabù non è solo una questione fra te ed il tabù. E' qualcosa di più profondo, un fatto che ti mette a confronto con te stesso. E le decisioni prese con noi stessi sono le più importanti; quando infrangiamo un equilibrio "lo faccio - non lo faccio" sappiamo di aver preso una decisione, e questo ci fa stare bene.
Forse non tanto per la decisione in se; o meglio, non solo per il nocciolo della questione, piuttosto per tutto quello che la circonda. Decidiamo di fare una cosa senza pensare a quello che ne verrà fuori, a quello che ne consegue, ai giudizi degli altri, a quello che ci direbbero alcuni, non ci frega più di niente e di nessuno. Riusciamo a guardare il mondo con un senso di libertà che ci fa apprezzare tutto quello che ci circonda e che magari non ha nemmeno nulla da spartire con quello che stiamo decidendo. D'improvviso ci piace far tardi domenica notte, tornare a casa alle quattro di mattina e scrivere una minkiata sul blog, senza curarci di avere a malapena due ore di sonno a disposizione. Ci piace l'idea di passare una serata a casa di gente che non conosciamo, di fare nuove amicizie, di lasciarci tutto alle spalle, di mangiare un panino con estranei, bere birra e parlare del più e del meno con persone appena conosciute. Respiriamo aria pura.
Quando rompi un tabù è così. Sai che hai deciso così e fanculo a chi non è d'accordo. La butti lì, come viene, ti senti libero, lo sei per davvero. Libero di agire, libero di aver scelto, libero di essere chi vuoi essere. Libero di sperare che tutto vada come vuoi.
Io sono libero
Io sono libero
Tag utilizzati:

Sant'Antonio

Sand'Andonio Sand'Andonio lu nimico di lu dimonio
Sand'Andonio Sand'Andonio lu nimico di lu dimonio

Ebbene si, due giorni or sono è stato il mio onomastico.
Un sentito grazie a chi mi ha fatto gli auguri (in ordine cronologico: Flavia, Lucia, Papà, Enzo, Massimiliano, Guido, Gabriella, Lucia (del lavoro), mia cugina Anna e Anna (della comitiva)).
Un sentito VAFFANCULO a tutti gli altri smile_15
Tag utilizzati:

Devo farmi esorcizzare

Devo a tutti i costi farmi esorcizzare!!!


Occhio, malocchio, prezzemolo e finocchio, ego me battizzo contro il malocchio. Puh! Puh!
Con il peperoncino e un po' d'insaléta mi protegge la Madonna dell'Incoronéta
Con l'olio, il sale e l'aceto mi protegge la Madonna dello Sterpéto
Corrrrrno di bue, latte screméto, proteggi questa chésa dall'innominéto

O, in alternativa, devo farmi ribattezzare. Non è possibile essere così sfigati! Roba che Paperino in confronto a me è Gastone!!!
Ne avevo già parlato in passato: quando compro qualcosa, se ne rompe un'altra.
Ho comprato una nuova macchina fotografica? E allora si deve rompere la ruota dell'auto :\
Non oso pensare a cosa può succedermi al solo desiderio di comprare uno zoom per la 350D smile_06

Occhio malocchio prezzemolo e finocchio...
Occhio malocchio prezzemolo e finocchio...
Tag utilizzati:

Mio cognato

Mio cognato
Mio cognato

Ho sempre adorato il cinema Italiano, anche se i film veramente guardabili sono pochissimi. Quindi non venissero a dirmi che è male preferire un film di Quentin Tarantino ad uno nostrano (approposito, Ale, ma quando si va al cinema???).
Però i bei film italiani ci sono. Gli attori non mancano, basta solo qualche piccolo sforzo e le pellicole decenti vengon fuori.
Sono sempre stato un accanito sostenitore e fan di Sergio Rubini, forse perchè del sud, forse perchè sa recitare in un modo che mi attira, o forse per entrambe le cose. Ricordo ancora Nirvana, un film cult, e il suo ruolo interpretato egregiamente. Sergio Rubini nella parte del disperato della bassa marmaglia ci sta benissimo. E' un ruolo che gli calza a pennello. E poi ho iniziato ad ammirarlo quando l'ho rivisto per la seconda volta attore (seconda per me, non so per lui) su SKY, nel film "L'anima gemella", che sa un po' di favola.
Luigi Lo Cascio l'ho visto una sola volta, ne "La meglio gioventù", che secondo me è un capolavoro all'italiana. Andrebbe visto e rivisto e rivisto e rivisto. Peccato solo che sia diviso in due puntate da tre ore circa (mezz'ora più, mezz'ora meno). E anche il suo ruolo in quel film l'ho trovato praticamente eccezionale. Un personaggio colto, una persona che ha studiato, di un'elevata eleganza d'animo.
Un film con Sergio Rubini e Luigi Lo Cascio non potevo perdermelo, e quindi poco fa ho terminato la visione: risultato? Praticamente incollato al monitor per tutta la visione!!! Rubini nel suo solito ruolo di persona cresciuta per strada, suo cognato Lo Cascio nella parte della personcina per bene un po' a disagio in certi ambienti.
I bei film li facciamo anche in casa, purtroppo non se ne sente parlare abbastanza come per le fiction di raiuno. I film trasmessi son sempre gli stessi: baby birba, mamma ho perso l'aereo, mamma ho riperso l'aereo, mamma fanculo ho capito che non mi volete in vacanza con voi, armageddon, C.S.I, beethoven e tutte le ciofeche mediasettiane... smile_03
I veri film bisogna affittarli in dvd o aspettare che li venda il giornalaio. Intanto bisogna accontentarsi della minestra riscaldata da papà rai e mamma mediaset.
Tag utilizzati:

Sono passati tredici anni...

Tredici anni fa si spegneva un altro personaggio che sarà destinato a passare alla storia del cinema Italiano. Sto parlando di Massimo Troisi, uno dei pochi personaggi che hanno reso un'immagine dell'Italia - e soprattutto di Napoli - migliore di quella da sempre nota per i gravi episodi di criminalità, camorra e via discorrendo. I Napoletani non sono così come li sentiamo ai TG. I Napoletani sono come lui, come lo era Totò, come erano Eduardo e Peppino De Filippo.
Tornando al filo principale, a Troisi, sembra quasi ieri l'ultimo film da lui interpretato, Il Postino; eppure son passati tanti anni. Ma nessuno ha mai smesso di ridere delle sue scenette, del suo balbettare timido e incerto, del suo modo di vedere la realtà, del suo piagnucolare dinanzi ad un problema, del suo essere semplice.
Vi lascio con un videoclip che esprime il discorso che non sono riuscito a dire con le mie poche parole, ma che un grandissimo Roberto Benigni è riuscito a cogliere in pieno.


Ciao Massimo
Ciao Massimo
Tag utilizzati:

Videoclip della settimana - Scuola

Avevo promesso un filmato su Paolo Migone, ma quello che ho trovato su Youtube è decisamente meglio: una ragazza che fa la lapdance nel bagno di scuola... smile_27 smile_27 smile_27 smile_26 smile_26 smile_27 smile_27 smile_27 smile_27 smile_26 smile_26 smile_26
Voglio tornare tra i banchi!!! Non è più la scuola di una volta, e sinceramente mi spiace perchè vorrei riviverla adesso.

P.S.: Spero di non essere querelato :\


Tag utilizzati: