Il cervello in loop

Quando hai troppe cose a cui pensare... Progetti da mandare avanti, bug da risolvere, decisioni da prendere, situazioni da chiarire, e poi da capo progetti da mandare avanti, bug da risolvere, decisioni da prendere, situazioni da chiarire...
Tutta una serie di cose che penso: "Vabè questa la metto da parte, poi ci penso più tardi...", e così passo alla successiva (che avevo messo da parte prima della precedente), e dinuovo "Vabè, ci penso quando arrivo in ufficio...", e via con la successiva. Tra idee personali, questioni di lavoro e compagnia bella.
Poi però mi accorgo che non sto prestando attenzione a quello che sto facendo, perchè il cervello è impegnato al 99% su quel circolo vizioso di idee-rimandi-idee-rimandi. E mi fermo appena in tempo dal combinare un guaio: spruzzare la lacca sotto le ascelle!!! Mi sarebbero venuti i peli di un super sayan... o come i rami d'inverno. Avrei camminato con le braccia come un cavatappi metà aperto! E se poi avessi messo il talco in testa sarebbe stato il colmo. Arrivare in ufficio ridotto in quello stato e con lo sguardo assente di chi sta con la testa altrove.
Come quella volta che stavo uscendo di casa tutto ingiuppinato e le ciabatte al posto delle scarpe.

Devo imparare a concentrarmi su quello che faccio, o presto finirò in guai seri!!!
Tag utilizzati:

...E venne sera...

Ok, il tragico lunedì da ritorno in ufficio è terminato. O sta per terminare. Non vedo l'ora di tornare a casa, mangiare un boccone, giocare un po' con mia sorella e poi chiudermi in camera mia col Mac ed il nuovo monitor 19". Non so se guardare "Il padrino - Parte II" (ieri pomeriggio a letto ho visto Il Padrino) o continuare a buttar giù righe di codice in C e mandare avanti il mio progetto di serverino multi-client multi-thread (cheee????).

Poi vediamo...
Tag utilizzati:

Ma che domeeeeenica di bestialeeee....

...ma che domeeeeeeeeeenica di meeeeeerda... ogni tanto mangio un fiore, c'ha pisciato un cane pastore... na na na naaaa....
Che domenica di merda. M'aspettavo di avere tempo x me, o almeno di poter fare qualcosa che riempisse il tempo vuoto, e invece nulla. Ed il pomeriggio si prospetta pure peggio. Sperando in questa sera... uhmmm... Boh... Speriamo che stasera si faccia tardi, perchè ovviamente ho da fare prima delle ventitré.
Mah... Vedremo con che umore tornerò domani a lavoro.
Tag utilizzati:

La voglio!!!

Dev'essere mia! A TUTTI I COSTI!!! ANCHE A DARE VIA L'ANIMA AL DIAVOLO!!!
Thais Souza Wiggers
Thais Souza Wiggers
Tag utilizzati:

Riepilogo della giornata

Oggi finalmente sono riuscito ad avere la sigla di Raccontami in mp3. Un po' perchè Salvatore cercandola ha beccato qualcuno che era disposto a spedirla via e-mail *aggratis* (a proposito, devo ancora ringraziare lo sconosicuto), e un po' perchè su eMule qualcuno si è deciso (finalmente!!!) a pubblicarla. Le altre volte ho trovato solo fake; cioè erano solo stand by me o versioni karaoke di pregherò. Ora però posso ritenermi parzialmente soddisfatto. Anche perchè non mi arrendo: voglio la versione integrale della musica, non la versione da un minuto e mezzo presa dalla sigla tv.
A parte questo, mia sorella oggi ha premuto - da sola - per la volta nella vita CTRL-ALT-CANC :)
Ormai si è auto-iniziata al mondo dei PC!!!
Eh..... quando si è sorelle di un programmatore si nota!!!

E sulle note di Vince Tempera auguro a tutti una buonanotte e sogni d'oro.
Tag utilizzati:

Lezioni di Tarantino

Hello World!
Oggi sono sveglio già di buon'ora, e così - nonostante la papagna - cercherò di tener contenta Valentina e quelli (non ricordo più chi!) che ieri mi hanno chiesto di scrivere questo post per elencare parole ed espressioni d'uso comune del dialetto tarantino.
Si perchè non ci sono solo parole tarantine, ma anche espressioni. Frasi cioè composte da parole comuni, che però nella nostra città assumono un significato particolare altrimenti illogico in altre culture.
Parto da qualcosa accennata ieri.

Ieri ad esempio al Glamour Davide mi ha fatto parecchio innervosire (nello skerzo, ovviamente), tanto che gli ho detto:

Mo' t'agghia fa' candà a' nuèn a bott d' scaff!!!


che non è una espressione tipica tarantina, ma quello che mi ha stupito è che nessuno sapeva cosa fosse la nuèna, nemmeno Santa, che vive al rione Tamburi.
La nuèna (Novena) è la musica tipica del Natale, sicuramente non Jingle Bells o Rockin' around a Christmas Tree, che spesse volte accompagna la messa a tavola delle prime pettole il giorno di Santa Cecilia, 22 novembre, con cioccolato bollente alle 5 del mattino (questo vorrebbe la vera tradizione, anche se poi la si festeggia intorno alle 7.30 - 8.00). In genere la banda municipale suona quello che caxxo le pare, ma dovrebbe - per la maggiore - suonare proprio la Novèna.

Tra le espressioni tipiche tarantine invece troviamo la famosa:

Am' pers a Flìpp cu tutt u' panàr


che si usa solente per indicare la perdita di notizie e/o di contatti con una persona che stiamo aspettando ormai da tempo.

Altre espressioni (questa volta utilizzate entrambe per una stessa causa) sono quelle che a suo tempo mi insegnò Nicola, e che io non conoscevo.
Due espressioni che indicano la mancanza di sale in una pietanza, e che sono:

'Sta mnèstr è dòsc d' sal

o anche
'Sta mnèstr s'n' cad da mmòcc

La seconda però non so sinceramente da dove venga fuori :\

Una espressione poi che indica incredulità a quanto raccontato da qualcuno con cui si sta avendo una discussione è:
Mamt è signurìn

con la quale si vuole far notare quanto abbia dell'incredibile o quanto stentiamo a credere a qualcosa che ci è stata o che ci sta venendo raccontata.

Esempio:
-Vi' ca cu' vìnd'èur m'accattìv nu' cazòn, 'na cammìs e nu' pàr d' scarp...
-Sì, e màmt è signurìn!


Traduz.:
-Sappi che con sole venti euro sono riuscito ad acquistare un pantalone, una camicia ed un paio di scarpe...
-Certo, ora raccontami anche che tua madre è nubile!

con l'evidente tentativo di far notare quanto l'affermazione di qualcuno che ci sta davanti sia campata in aria, come appunto una mamma che non abbia avuto figli.

Se poi qualcuno spiffera ai quattro venti qualcosa che gli abbiamo raccontato in confidenza e che non volevamo che si sapesse in giro, si dice "accitt citt mmìzz a' chiàzz", cioè raccontare qualcosa ai mercati generali nella speranza che nessuno ascolti la conversazione.

Ad esempio:
- Giuà, e menumàl ca t'agghie ditt no' dìshr nind a nisciùn!!! E ce è, a citt citt mmìzz a' chiàzz!!!

P.S.: Conosco gente così ;)

Quando invece veniamo tirati in ballo senza giusto motivo, o quando veniamo interpellati per una questione di cui faremmo volentieri a meno di parlare, si usa dire:
Zùmb u' citrùl e a ci vè 'ngùl?

che tradotta viene più o meno:
Ecco, sapevo che anche questa volta ci sarei andato/a di mezzo io!!!


Se poi una persona ripete in modo ossessivo una cosa si può dire che si è messa a canzone.

Poi esistono termini propriamente dialettali; parole cioè nate dalla fusione di altre parole o che da sole non hanno un corrispettivo in italiano.
Ad esempio accumugghiàre: accumulare alla rinfusa, o riparare ad un danno alla bell'e meglio.
Deriva forse dall'unione dei termini accumulare ed ammucchiare.
Mà, vìd ca agghie accumugghiàt tutt l' buttiglij 'ndr a' u' lavandìn

Traduz.:
Mamma, sappi che ho portato io tutti i bicchieri nel lavabo


Oppure alanga, che può essere vista come una storpiatura di all'anima: si usa quando si vuole offendere pesantemente qualcuno, toccando addiritura la sua progenie (preferibilmente defunta):
Alanga d'citemmuèrt e citestramuèrt!!!

Può anche essere usata in espressioni di sconforto o dolorosa sorpresa, e allora viene tradotta con "mannaggia":
- Manuè, ma tu e' fatt cadè a' pttùr ndèrr?
- Eh papà, m'ha sprusciàt da' mmàn...
- Alanga toje...


Benedica è un altro termine, forse più conosciuto degli altri perchè spesso italianizzato.
E' una parola che principalmente indica stupore per i progressi di un bambino:
- Ha mangiàt u piccìnn?
- Com'è!!! S'ha mangiàt 'nu piatt d' past, 'nu stuèzz d' carn e 'na banàn!
- Benedìc!!!

E' usata anche per commentare qualcuno che fa rutti o pirdi, e in quel caso può essere sostituita da zucchero.

Contrariamente alle credenze di Santa, poi, vi è il termine ciola, che rappresenta l'organo sessuale maschile, normalmente considerato in fase di riposo. Il termine viene usato in frasi ingiuriose come "faccia di ciola" o "sei proprio una ciola!", come a dire "sei una pizza spezzata".

Gnofa indica invece una ragazza poco carina, e deriva dal fatto che durante la guerra solo poche persone potevano permettersi di comprare del pane ben fatto. Allora il panettiere infornava quel che rimaneva degli impasti per tirar fuori un ammasso aforme che i più poveri potevano permettersi. Quindi indica qualcuno (ragazze) che non hanno un bell'aspetto.

Malombra è la figura tarantina del fantasma, che di notte si aggira coperta da un lenzuolo bianco recando quindi spavento a chi la incontra. Termine spesso utilizzato quando non ci si accorge della presenza di qualcuno con conseguente sobbalzo:

Madò!!! Sceeeeppaùr.... E cessì, a malòmbr???


E concludo questo post con alcune filastrocche tipiche locali, che non hanno un ruolo vero e proprio se non - appunto - quello della filastrocca da tramandare o da pronunciare senza valido motivo.
Ad esempio che sia scirocco o tramontana, si è soliti dire:
Quann è shròcc
scènn Flìpp e 'nghiàn Ròcc.
Quann è tramundàn
Flìpp scènn e Rocc nghiàn.

che non ha un senso visto che tal Filippo starà sempre uscendo di casa quando invece Rocco ne starà facendo rientro.

Oppure:
Chiòv achiòv,
acque d' cièl e cozz plòs,
ci ve' pass manzignòr
de' mazzat cu' u' bastòn.
Lambasciù lambasciù
mmizz a' chiàzz no' stè nisciùn!


Spero di avervi chiarito un po' le idee su quello che un vero tarantino dovrebbe sapere. Ovviamente più in là scriverò altri post sull'argomento. Ora è tardi (cioè presto) e vorrei un po' riposare. Attendo commenti :)
Tag utilizzati:

San Valentino

Auguri a tutti gli innamorati!!! Contrariamente a quanto molti pensino, oggi è la festa degli innamorati, non dei fidanzati. Quindi auguri a chi è innamorato, magari nemmeno ricambiato, ma innamorato. E auguri a chi è innamorato e ha la fortuna di stare con la persona che ama... Auguri a chi non ha il coraggio di dichiarare il proprio amore alla sua ragazzina coi capelli rossi, auguri a chi è un po' come Paperino e Paperina, e auguri a chi ama più di una persona :) basta essere innamorati, che importa poi se di una, di due o di venti persone?
E soprattutto auguri a chi si chiama Valentina ;) A prescindere ke sia innamorata o meno :)

Ovviamente l'innamorato per eccellenza è Charlie Brown!!! Auguri ai Charlie Brown :)

Charlie Brown innamorato
Charlie Brown innamorato
Tag utilizzati:

Finalmente tutto è più chiaro

Cioè ho cambiato monitor, ora finalmente ho un desktop spaziooooosooooo... le pagine internet sono più grandi, mi ci vuole solo un wallpaper con un paesaggio. Così la sensazione di avere uno spazio aperto davanti si sentirà di più.
Ora la cosa che mi irrita un po' è che, aumentando lo spazio del monitor, i miei post sul blog occuperanno molto meno righe del solito, e quindi mi sembreranno più striminziti. Uffff...
Comunque presto aggiornerò questo post aggiungendo i wallpaper che vorrò candidare come sfondo del mio desktop 1280x1024. A presto!!!
Tag utilizzati:

Chi non lavora non fa l'amore

Il titolo di questo post rimanda indietro di 37 anni, ma indica che per mangiare quelle splendide pizze abbiamo dovuto sfacchinare!!! Abbiamo marciato per ore sotto l'incessante pioggia, chi riparato da un esile cappuccio non adatto alle circostanze, chi si è trasformata in befana coprendosi con una sciarpa... insomma un disastro! Siamo corsi da una zona all'altra di Martina, in cerca ora di una Panca, ora di un '700 (un locale che si chiama così). E tutto per nulla poi, perchè la capa tosta del gruppo pur di fare gli stracazzi suoi e di trovare un locale per ballare, ci ha tirati dietro sé per ore, tra una bugia ed una menzogna, tra una bestemmia ed un vaffanculo. A nulla sono valsi i sacrifici di quei pochi anticorpi di Valentina, che un angolo si e l'altro pure starnutiva e tossiva come una persona che sta per esalare l'ultimo respiro. Senza contare l'immoralità che si è celata dietro questa battaglia contro i mulini al vento: Anna sapeva benissimo che al 99% non saremmo arrivati da nessuna parte, perchè il 700 era in cambio gestione!!!
Ovviamente non ha voluto dir nulla a nessuno, per renderci partecipi in tempo utile, quando eravamo già seduti a smangiucchiare, a stomaco messo a tacere e - quindi - fuori pericolo di impiccagione (lei crede, ma non sa che ha fatto i conti senza l'oste).
Quindi fatta retro-march, salutate le persone che non ne volevano sapere di mangiare, deciso il locale verso cui dirigere il timone della nave (che era già affondata per metà), siamo ripartiti (sempre sotto la pioggia, eh?) ma abbiamo trovato inaspettatamente un locale, di quelli con la L maiuscola: IL RIFUGIO (mai nome di locale fu più adatto alla situazione).
Abbiamo mangiato abbastanza e bene, ci hanno dato qualche stuzzikino giusto per tenerci su il morale in attesa dell'arrivo delle ordinazioni, e le pizze non erano affatto male, anzi...
Il bello è che qualcuno ha anche potuto mangiare carne piuttosto che la solita pizza. Lo dimostra la faccia allegra di Salvatore in questa foto:
Salvatore con salsiccia e bombette
Salvatore con salsiccia e bombette

o quella di Anna che gusta la sua salsiccia personale:
Anna con la salsiccia in bocca
Anna con la salsiccia in bocca


Insomma, alla fine Anna ha fatto cilecca, non è riuscita nel suo disperato intento (di ripicca?) di farsi una serata a ballare, ma non tutto è andato perduto. Ci siamo divertiti parecchio anche in pizzeria:
Tavolata al rifugio
Tavolata al rifugio

Il titolo più adatto a questo post sarebbe stato "Chi non balla non fa l'amore".
Comunque se non fosse stato per la solita mania del caxxo di stravolgere i piani per il puro gusto di farlo, la serata sarebbe potuta anche andare meglio. Alla fine avevamo deciso (e nessuno mi pare che si fosse opposto) di prenderci un caffè o una cioccolata bollente lì a Martina. Ok ok, andiamo lì, prendiamo le makkine, ci vediamo qui tra 2 minuti, va bene, deciso così, ok, vi aspettiamo, miraccomando, dai andiamo. E poi qualcuno ha fatto - al solito - di testa sua, e siamo tornati direttamente a Taranto senza un perchè o un percome. A me 'sta cosa che tutti decidiamo e poi qualcuno comunque debba fare di testa sua proprio non va giù. Sono tornato a casa, pur di non fare quello che qualcuno ha deciso senza consultarmi.
Non bastasse, una volta a Taranto ho dovuto frantumare il lucchetto che qualcuno aveva messo alla pompa di benzina per fregare le mie 20 euro (Ho voglia di te rulez). Ma chi l'ha dura la vince!!!

Buona notte, e buona fortuna.
Tag utilizzati:

La sigla di Raccontami

Raccontami
Raccontami

Sto seguendo "Raccontami" ormai dalla prima puntata, prima era un appuntamento della domenica sera, poi del lunedì, poi della domenica e del lunedì, ora del giovedì. Bello, uno dei pochi frammenti decenti di tv rimasti in giro.
Ma c'è una cosa che mi rode il culo: DOVE CAZZO LA TROVO LA SIGLA??? Sto vagando per tutta internet, per tutti i negozi, ho chiesto pure ad un vigile, ma NIENTE! Quella sigla non la trovo da nessuna parte!

Ora faccio un appello: la sigla di raccontami è un arrangiamento di Vince Tempera di "Stand by me" di Ben E. King, chiunque dovesse trovarla mi avvisi, per favore, sto disperando!!!

Buonanotte, e buona fortuna.
Tag utilizzati:

Niente più costi di ricarica

Megan Gale quando lo ha saputo
Megan Gale quando lo ha saputo

Finalmente la legge è arrivata!!! Cioè per adesso è solo un decreto legge, ma comunque sia fra 30 giorni verranno annullati tutti i costi di ricarica per i telefonini. Niente più 8 euro di traffico invece di 10, o 20 invece di 25 :)
Tag utilizzati:

Prima puntata delle minkiate

Stamattina io, Salvo, Nicola e Ciccio ci siamo ritrovati e abbiamo fatto qualche skerzo a destra e a manca. Qualcuno ci è cascato, qualcuno no, qualcuno ha detto ke non voleva saperne nulla :)
Uno skerzo si è addirittura ritorto contro Salvatore.
Purtroppo non ho il tempo materiale di creare qui sul sito una sezione dedicata alle registrazioni ke organizzi i file in maniera comoda per il download. Quindi per il momento accontentatevi di questi link qui sotto :D

DescrizioneDownload
Lo scherzo ad AnnaDownload
Abbiamo fatto cantare l'Inno di Mameli ad una ragazzaDownload
Lo scherzo a Giuseppe, andato male a SalvoDownload
Tag utilizzati:

Il sud è il sud


...e non c'è nulla da fare.
Solo qui al sud poteva succedere che gli ultras diventassero degli hooligans agguerriti, tanto da uccidere un uomo di 38 anni.
Ora, i filmati parlano da se, le immagini ci sono, i volti si vedono, i nomi si trovano, il crimine è stato commesso. Spero che TUTTE le brave persone che poco fa hanno contribuito a ridurre in briciole la vita dell'ispettore capo Filippo Raciti scontino i loro lunghi anni di galera. Ma so che non sarà così, perchè l'Italia è fatta così. Ormai si finisce in galera per il download di emmepittrè che toccano le tasche della SIAE, oppure per la strage di una intera famiglia, un solo morto ormai è nella norma.
Di certo ci vorrà qualche mese per risalire al coglione che è arrivato a tanto; oppure si pentirà, e con le lacrime da coccodrillo striscerà a chiedere scusa, ma solo per consiglio del suo avvocato difensore, che non so con quale coraggio cercherà di patteggiare per ridurgli la pena. Perchè purtroppo certa gente ha anche diritto ad un avvocato difensore.
Si certo, e se non l'avesse fatto apposta? Può essere andata così, magari non l'ha lanciata di proposito la bomba carta in faccia ad una persona. La bomba gli è capitata lì tra le mani come un gavettone, perchè lui non era lì a distruggere uno stadio insieme agli altri; no... Lui era di passaggio, così, per puro caso; non aveva un passamontagna, non ha acceso la miccia, e non ha lanciato l'esplosivo. No. E' capitato, non voleva.
I campionati sono sospesi. Spero che questa decisione non duri appena un mese. E spero che le persone a cui rode il culo perdere soldi per gli sponsor non cambino idea dall'oggi al domani, in barba alla vita di chi se n'è andato per fermare quei coglioni che meriterebbero una condanna a vita. Per una volta prendete la decisione Giusta.
Tag utilizzati:

La mia Opel Corsa :(

Come vorrei che fosse la mia Opel Corsa
Come vorrei che fosse la mia Opel Corsa


Quando smetterò di aggiustarla? Quand'è che potrò andare in giro con l'auto bella, fresca, funzionante, con i fari alti, la ruota pienamente funzionante e il pieno?
Vabè per il pieno ho risolto, ma il resto...

<arrabbiato>
CAZZ!!!!
</arrabbiato>
Tag utilizzati: